fbpx

Biancheria da letto: diverse tipologie di cotone

Copripiumoni in tutti i cotoni

L’inverno è arrivato, con le sue giornate di pioggia e le temperature molto basse. Se in estate, sul letto la coperta non era necessaria, ora si tirano fuori copripiumoni e piumoni, lenzuola pesanti, e federe per i cuscini.

Scegliere della biancheria da letto è molto importante: alcuni tessuti sono più comodi e resistenti, mentre altri tendono a sporcarsi più facilmente. In particolare, il cotone è uno dei materiali più amati. Traspirante, non causa reazioni allergiche, è molto resistente e non emana odori cattivi e non fa sudare.

Tuttavia, devi sapere che esistono differenti tipologie di cotone ed ognuno di questi ha caratteristiche proprie che le rendono diverse dagli altri tessuti. Per elencarne qualcuno: percalle di cotone, tessuto rasatello, raso di cotone… In poche parole, la scelta è davvero ampia!

Andiamo quindi ad elencare le varie tipologie di cotone, per aiutarti a scegliere le lenzuola, piumoni e copripiumoni di ottima qualità!

Storia del cotone e il suo impiego nei copripiumoni

Il cotone è la fibra tessile più usata nel mondo. Qual è la sua storia e come è stato scoperto? Che tu ci creda o no, la scoperta della pianta di cotone, risale a 9000 anni fa. La prima fu trovata proprio nelle zone dell’ Egitto e India.

Tuttavia, non erano gli unici posti in cui era possibile trovare una pianta di cotone. Si pensa che tale fibra esistesse anche in America del sud, dove i Maya e gli Aztechi lo lavoravano per realizzare abiti tende e coperte.

In Europa, invece, il primo paese ad avere il cotone fu la Grecia, grazie alla presenza degli arabi, che fecero scoprire questo tessuto resistente ma soffice. Tuttavia, andando avanti con gli anni, il cotone divenne un bene molto costoso. Infatti, non conoscendo ancora le tecniche per lavorarlo, veniva sempre importato.

La lavorazione delle diverse tipologie di cotone dopo la rivoluzione industriale.

Nel 1600 negli Stati Uniti d’America, e grazie all’introduzione delle macchine a vapore, la produzione crebbe enormemente sia in volume che rapidità. Purtroppo però la storia si incrocia con quella della schiavitù, siccome molti proprietari terrieri sfruttavano il lavoro degli schiavi per arricchirsi.

Le aziende utilizzano ora il cotone in vari modi, ma soprattutto per realizzare prodotti come Piumoni, copripiumoni e biancheria da letto in generale.

Tipologie di cotone impiegate nella produzione di biancheria da letto

Molte sono le diverse tipologie di cotone impiegate per produrre coperte e piumoni per letti. Di seguito vi è la lista con le loro caratteristiche e particolarità:

Cotone Percalle: il cotone di percalle è un tessuto molto pregiato, la cui caratteristica è una struttura a fili gli uni perpendicolari agli altri. Al tatto, il percalle è morbido e delicato. Per questo è perfetto realizzare biancheria da letto come lenzuola, copripiumoni o parure;


Raso di cotone: il raso di cotone è forse uno dei tessuti più pregiati. Ha una struttura a fili di cotone intrecciati tra loro. Proprio per questo l’aspetto caratteristico di questo materiale è rustico e campagnolo. Altro vantaggio è quello di aderire perfettamente al corpo senza essere ingombrante, e quindi è perfetto per chi ama la comodità e il calore, ma non sopporta l’ingombro e il peso di certa biancheria.


Rasatello: sebbene il nome sembra rimandare al raso di cotone, questi due tessuti non sono uguali. Il rasatello ha un aspetto più liscio, uniforme, lucido, resistente: alcune volte è anche difficile constatare che sia fatto di cotone. Il Rasatello è una tipologia di cotone particolarmente usata per lenzuola, federe e parure estive.


Flanella: è un tessuto molto particolare, lavorato con una trama spigata. Grazie a questa lavorazione, la flanella si presenta leggera ma allo stesso soffice, quasi pelosa. Questo le conferisce un perfetto isolamento termico, in grado di trattenere il calore all’interno. La flanella è quindi la soluzione perfetta per lenzuola, copripiumoni e parure invernali

In conclusione

Come hai potuto constatare, leggendo l’articolo, il cotone si presenta sotto forma di tessuti molto diversi tra loro. Ognuno di questi possiede delle caratteristiche uniche, le quali possono aiutarti a dormire comodamente e al caldo in questi tempi freddi. Naturalmente scegliere al primo colpo il copripiumone o un parure non è sempre facile, quindi è bene valutare quali sono le tue esigenze e preferenze. Ricordandoti che esistono diverse tipologie colori e forme per ogni esigenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *