fbpx

Come lavare cuscini e guanciali?

Come lavare cuscini e guanciali?

Come lavare i cuscini in fibra, in memory, in piuma o in lattice

Che siano in fibra, in memory oppure in lattice, il compito principale dei cuscini è quello di sostenere il capo durante il riposo notturno, mantenendolo ben allineato con la schiena.

Al pari del materasso anche i guanciali hanno bisogno di un regolare lavaggio. Essendo a contatto con il nostro viso è importante che i cuscini siano sempre ben igienizzati. Scopriamo allora insieme come lavare cuscini e guanciali.

Per una corretta pulizia è importante che i cuscini vengano trattati con le giuste metodologie per non danneggiare irreversibilmente l’imbottitura interna e la superficie esterna.

Il lavaggio dei cuscini in piuma

I cuscini in piuma d’oca si contraddistinguono per la loro morbidezza e praticità. Sono costituiti da materiale 100% naturale, traspirante ed hanno un’interessante funzione termoregolatrice che contribuisce a mantenere costante la temperatura del corpo durante il sonno.

Puoi lavare il cuscino in piuma in lavatrice ma per non danneggiarlo dovrai optare per un ciclo delicato con una temperatura non superiore ai 30-40 gradi. Per evitare che le piume si ammassino tra loro, puoi introdurre all’interno del cestello della lavatrice una o due palline da tennis.

Ricorda che questa tipologia di guanciale tende ad assorbire sia il detersivo che l’umidità. Presta particolare attenzione al risciacquo e soprattutto all’asciugatura. Puoi utilizzare l’asciugatrice oppure stenderli all’aria aperta, in senso orizzontale.

Attenzione a non esporre i cuscini alla luce diretta del sole e a fonti di calore troppo intenso, in quanto potrebbero ingiallirsi e potrebbe danneggiarsi il tessuto. Controlla che l’imbottitura si asciughi in maniera uniforme smuovendo spesso il cuscino in piuma.

Leggi anche: Come lavare i prodotti in piuma tutti i segreti

Come si lavano i cuscini in memory o in lattice

I cuscini in memory foam sono molto delicati. Quelli di vecchia generazione non possono essere assolutamente lavati né a mano né in lavatrice ma solo a secco, in quanto essendo costituiti da microcelle che assorbono grandi quantitativi d’acqua finirebbero per deformarsi e perdere le loro proprietà benefiche.

Per un trattamento adeguato dei guanciali quindi battili semplicemente con un battipanni e lasciali arieggiare all’aperto. In questo modo sarai certa di non danneggiarne la struttura interna.

I moderni cuscini in memory foam, invece, sono lavabili ma richiedono altrettante accortezze. Per cui utilizza solo detersivi delicati e acqua fredda. Immergi un panno pulito in questa soluzione e strizzalo più che puoi per eliminare l’acqua in eccesso.

Tampona sulle macchie, senza esercitare troppa pressione. Ripeti il passaggio fino alla completa scomparsa delle macchie. Lascia asciugare il cuscino all’aria aperta lontano da fonti di calore e di luce diretta.

Per eliminare le macchie di sudore dal guanciale puoi procedere allo stesso modo, ma sostituendo al detersivo un cucchiaio di bicarbonato di sodio. Mentre per togliere i cattivi odori, utilizza dell’aceto di vino o anche di mele.

In caso di difficoltà rivolgiti ad una lavanderia specializzata, la quale provvederà con un lavaggio a secco che riporterà come nuovi i tuoi guanciali.

Per quanto riguarda invece il trattamento dei cuscini in lattice, a differenza di quelli in memory foam puoi tranquillamente lavarli a mano e con qualche piccolo accorgimento anche in lavatrice.

Prima di procedere ti consigliamo di sfoderarli completamente e di lavare solo la lastra in lattice. Leggi sempre l’etichetta, modera l’uso del sapone e non effettuare lavaggi ad alte temperature.

Qualora l’etichetta dovesse sconsigliare la lavatrice procedi con il lavaggio a secco, utilizzando un panno precedentemente immerso in una soluzione di acqua e aceto (oppure bicarbonato di sodio) e ben strizzato.

Come si lavano i cuscini in fibra

Detergere i cuscini comuni, realizzati in fibra di poliestere anallergica (o lana sintetica), è molto semplice e non implica grossi grattacapi come nei casi precedenti.

Per cui puoi lavarli spesso sia a mano che in lavatrice. In questo caso, imposta un ciclo delicato a qualsiasi temperatura (dai 40 fino ai 95 gradi!).

Utilizza preferibilmente del sapone liquido da applicare nell’apposita vaschetta dell’elettrodomestico, per impedire che i residui possano incastrarsi tra le fibre durante il lavaggio. Attiva una centrifuga moderata per evitare di stressare eccessivamente le fibre.

Dopo il lavaggio, riposiziona l’imbottitura dei cuscini in fibra con un massaggio per favorire un’asciugatura omogenea e ripristinare la forma originaria.

Fai asciugare i guanciali in fibra all’aperto in posizione orizzontale e lontani dai raggi diretti del sole per evitare l’ingiallimento.

Lava preferibilmente i cuscini in giornate soleggiate e calde. In inverno, infatti, la fibra stenterebbe ad asciugarsi, rischiando di rilasciare un odore sgradevole difficile da levar via.

Leggi anche: Come sbiancare e igienizzare i guanciali

Quando è tempo di cambiare i cuscini?

Come accade per il materasso e con qualsiasi altro bene di consumo anche i guanciali sono soggetti ad usura. Se sono troppo ingialliti, la loro superficie è rovinata e l’aspetto e piuttosto invecchiato, allora è il caso di sostituirli con altri nuovi.

I continui lavaggi, per quanto possano rispettare le norme di base ed i consigli riportati nelle etichette dalla casa produttrice, deformano il cuscino e ne limitano le funzionalità. Per i cuscini in piuma ad esempio è consigliato non superare un lavaggio all’anno; per non rovinare l’imbottitura.

Come abbiamo accennato all’inizio dell’articolo, il compito principale di un guanciale è quello di sostenere il capo durante il riposo e di mantenere un buon allineamento con la schiena.

Un cuscino che ha fatto la sua storia potrebbe farti dormire male e causarti nel tempo dolori alla cervicale nonché lungo l’area lombare. Sostituiscilo pertanto ogni qualvolta reputi sia necessario e scopri l’importanza del guanciale per dormire bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *