fbpx

Culla o lettino per neonato? Ecco i nostri consigli

Culla o lettino: quale scegliere?

Ecco i nostri consigli per un acquisto consapevole

Culla o lettino? Il dilemma da sempre affligge tutte le neo-mamme. A questo si aggiungono i problemi di spazio in casa e il budget limitato. Non sempre però un prodotto economico è anche sinonimo di scarsa qualità. Ciò che conta realmente è il grado di sicurezza e il comfort che la struttura è in grado di offrire. Ecco alcuni utili consigli per un acquisto senza pentimenti.

Culla e lettino: due strutture differenti per utilizzi diversi

Per un corretto riposo, i neonati hanno bisogno di un ambiente che riproduca il calore e il comfort del ventre materno. Devono potersi sentire protetti e al sicuro come dentro al pancione.

Accantonata la possibilità di coricarlo con te nel lettone, data la pericolosità del gesto, valuta attentamente la possibilità di acquistare una culla oppure un lettino.

Entrambi sono stati studiati per rendere confortevole e sicuro il sonno del tuo bimbo, ma mentre la prima può essere utilizzata fino 3-6 mesi, il lettino invece anche fino a 3-4 anni. Il mercato, offre un’ampia varietà di articoli molto validi, tra cui la culla-lettino da sfruttare dalla nascita fino a 4-5 anni.

Qualora dovessi avere problemi di spazio, ricorda che il piccolo per i primi tre mesi può dormire tranquillamente nella navicella.

In ogni caso, ti suggeriamo di continuare a leggere. Esistono infinite soluzioni per affrontare ogni tipo di problema, ti basta solo trovare quella che fa più al caso tuo.

Caratteristiche di una buona culla per neonati

Se hai deciso di acquistare una culla per il tuo bebè non hai che l’imbarazzo della scelta. Classiche, a dondolo, in vimini o co-sleeping, sono piccole e sicure, ideali per accompagnare il suo riposo fino a sei mesi.

Le caratteristiche principali a cui dovrai fare maggiore attenzione prima dell’acquisto sono: sicurezza e aerazione.

Una buona culla per neonati, infatti, è costituita da materiali solidi e resistenti alle continue sollecitazioni, impedendo così la caduta.

Deve essere provvista di uno o più oblò laterali per permetterti di controllare il sonno del tuo piccolo, senza rischiare di svegliarlo e soprattutto consentire una buona aerazione all’interno della struttura.

Se sei amante del vintage, la culla in vimini è un grande classico ancora molto in voga. Occupa poco spazio e puoi sistemarla tranquillamente accanto al letto, per soddisfare qualsiasi esigenza di tuo figlio senza doverti alzare.

Ottimo anche il sistema a dondolo, il cui movimento oscillatorio contribuisce a favorire l’addormentamento. Naturalmente potrai sfruttarla per un tempo limitato (fino a 6 mesi).

Le culle da viaggio o portatili possono essere smontate e rimontate tutte le volte che desideri, in modo da poterle trasportare agevolmente dalla tua abitazione a quella dei nonni o affrontare una vacanza senza troppi grattacapi.

In alternativa, puoi optare per le innovative culle co-sleeping. Provviste di un lato libero e di speciali ganci, puoi attaccarle a qualsiasi tipo di letto, anche con cassettone. Ti sarà possibile vegliare il sonno del bimbo e tranquillizzarlo nei momenti di sconforto, rimanendo ognuno nel proprio spazio.

Inoltre, alcuni modelli sono particolarmente ampi per cui potrai sfruttarli come comodo lettino fino a 4 anni circa.

Caratteristiche del lettino per bambini

Il lettino accompagnerà il tuo bimbo nella sua crescita, per cui oltre che pratico, deve essere solido, comodo e adattabile.

Prima dell’acquisto, verifica che il lettino sia provvisto di comode sponde in legno regolabili in altezza per evitare che il bambino possa cadere durante il sonno. La distanza tra una sbarra e l’altra deve essere di 6-7,5 cm in modo da evitare che il piccolo possa infilarci dentro la testa oppure possa rimanere incastrato.

Dotato di materassino e talvolta anche di biancheria completa, richiede l’uso di paracolpi per proteggere la testolina del bimbo almeno fino al primo anno e mezzo di vita.

Esistono diverse varianti. Il lettino montessoriano, ad esempio, rispetto a quello tradizionale non supera i 20-25 cm d’altezza.

I nostri consigli

1) Contenimento del neonato. Nei primi mesi di vita il bimbo ha bisogno di riposare in uno spazio ridotto ma accogliente, in modo da potersi sentire protetto e sicuro come dentro il tuo pancione. Culla oppure ovetto devono essere conformi alle normative di legge.

2) Passaggio da culla a lettino. Spesso si pensa che far abbandonare la culla ad un neonato sia un rito di passaggio che debba necessariamente avvenire ad una certa età, che siano 6 oppure 12 mesi. La verità è che dipende: ci sono segnali che ci inducono a pensare che sia arrivato il momento di passare dalla culla al lettino, come quando il bambino è cresciuto e la culla è troppo piccola per contenerlo oppure se i genitori stanno aspettando un altro figlio. Ad ogni modo quando arriva il momento di affrontare questo cambiamento, per ridurre il disagio, è bene dei riduttori che gradualmente potranno essere eliminati. Ricorda che il lettino deve essere semplice, realizzato preferibilmente con materiali naturali, privi di vernici tossiche, di spigoli sporgenti e superfici non smussate, nonché di decorazioni potenzialmente pericolose.

3) Riduttore per lettino. Nel passaggio dalla culla puoi utilizzare un riduttore per il lettino: il bimbo per abituarsi al meglio e con gradualità allo spazio del lettino, può sentirsi più coccolato e “abbracciato” grazie al riduttore. Puoi utilizzarli anche solo per qualche mese, il tempo necessario per far abituare il bambino al lettino.

4) Misure del lettino. In genere le dimensioni standard per un lettino tradizionale sono 120×60 cm. Inoltre di solito i lettini presentano ruote che permettono di trasportarlo senza troppi problemi e sponde rimovibili. Togliendo una sponda è possibile collocare il lettino vicino al letto matrimoniale della mamma, permettendole così di dormire insieme al suo bambino.

5) Paracolpi per il lettino. Disponibili a 3 o a 4 lati, i paracolpi sono utili per ridurre l’impatto contro le sbarre. Ricorda di scegliere modelli privi di lacci o decorazioni varie, per evitare che il bimbo possa metterli in bocca e rischiare il soffocamento.

6) Piumone per lettino. Esistono piumoni per la culla oppure per il lettino. Naturalmente, è bene acquistarne uno caldo, morbido ma anallergico e soprattutto lavabile. Il piumone per lettino proposto da Dreamin’101 è imbottito in pregiatissimo piumino naturale d’oca bianca, per confortare al massimo i più piccoli e proteggerli dal freddo.

7) Sacco nanna. Un’ ottima alternativa che è possibile valutare è quella di acquistare il sacco nanna, che avvolge in modo sicuro e caldo il neonato. Grazie al sacco nanna il bambino non si scoprirà facilmente come magari potrebbe succedere con un piumone, e resterà avvolto in un caldo abbraccio per tutta la notte.

8) Copripiumone lettino. Disponibile in diversi colori e fantasie il copripiumone copripiumone da lettino con federa di dreamin’101 è studiato appositamente per proteggere il nostro piumone da lettino. 100% cotone morbidissimo e in colori tenui.

9) Materasso per lettino o culla. Deve essere duro, anallergico e traspirante, per sostenere la colonna vertebrale e consentire il corretto sviluppo dello scheletro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *