fbpx

Guanciale per dormire bene: la sua importanza

Guanciale: l'importanza dei guanciali per dormire sereni

Piumone matrimoniale e guanciale per dormire bene

Durante il riposo notturno, l’assetto posturale del corpo deve essere mantenuto correttamente per dormire sereni, in quanto la muscolatura scheletrica risulta rilassata e non è controllata dalla volontà. E’ importante quindi scegliere un guanciale per dormire bene.

Per riposare al meglio è necessario che capo, collo e colonna vertebrale rimangano allineati. Per evitare vizi posturali che potrebbero innescare disturbi all’apparato osteo-articolare e muscolare.

La scelta del guanciale giusto e del piumone in piuma è finalizzata a questo scopo. Un buon cuscino deve essere in grado di sostenere testa e collo in modo tale da offrire rilassamento alla muscolatura, favorendo contemporaneamente una buona respirazione, e un buon piumone assicura il massimo comfort durante il riposo.

Nella scelta del guanciale, i fattori discriminanti sono:

  • la posizione in cui si dorme
  • l’altezza
  • il peso della corporatura

Anche la scelta del piumino è importantissima, poiché il corpo deve risultare coperto ma non compresso. Pertanto il materiale più idoneo a svolgere tale funzione è la piuma d’oca, leggera, termicamente funzionale, anallergica e traspirante.

Guanciale per dormire bene: tipi di imbottitura per guanciale

guanciali possono essere realizzati con diversi materiali, che sono: lattice, sintetico, schiuma, fibre di poliestere e piuma o piumino.

Il cuscino imbottito in piuma è il più morbido in assoluto e offre ottime garanzie di resa, consentendo un’ottima traspirazione.
Questo guanciale può essere abbinato ad un piumone d’oca, che offre tutte le performance tipiche di questo materiale. Elevato potere termico, leggerezza, durevolezza e facilità di pulizia.

Requisiti per scegliere il guanciale migliore

La larghezza è un requisito che deve essere preso in esame nella scelta del guanciale per dormite bene. Deve essere in rapporto all’altezza della persona.
La misura del cuscino non dovrebbe mai essere inferiore a quella delle spalle, per offrire il sostegno ideale alla parte superiore dello scheletro.

Lo spessore del guanciale può variare in rapporto alle abitudini personali e alla posizione che viene assunta durante il sonno. Infatti ci sono persone che preferiscono dormire col capo un poco sollevato ed altre che sono solite mantenerlo completamente allineato alla schiena.

Un cuscino basso in genere ha uno spessore di circa dieci centimetri ed è adatto per chi dorme a pancia in giù poiché, riducendo la pressione del collo, evita scorrette posture del capo rispetto alla colonna vertebrale.
Particolarmente indicato anche per i bambini, di solito viene imbottito con materiale morbido.

Il cuscino medio ha un’altezza compresa tra dieci e tredici centimetri, ed è perfetto per chi dorme sulla schiena; il suo spessore deve comunque essere più basso delle spalle e la consistenza deve offrire una media durezza per sostenere adeguatamente il corpo supino.

Il cuscino alto presenta uno spessore di circa quindici centimetri ed è consigliato per i soggetti abituati a dormire sul fianco; poiché svolge la funzione di mantenere testa e collo in asse con la colonna vertebrale, deve avere una consistenza dura e compatta.

Guanciale per dormire bene: le sue caratteristiche

Il guanciale riveste un ruolo di fondamentale importanza durante le ore di riposo notturno, per la sua funzione di sostegno di collo e testa.
La zona corrispondente alle prime vertebre cervicali rappresenta un punto cruciale per l’allineamento del capo con la colonna vertebrale. Proprio per questo è spesso sede dell’insorgenza di disturbi di tipo osteo-articolare o muscolare.

Esistono differenti forme di guanciale:a saponetta, a vaschetta, anatomici o cervicali, ognuno dei quali fornisce un tipo di sostegno differente.

Oltre ai vari requisiti elencati, un guanciale di ottima qualità deve assicurare una corretta termicità ed un’adeguata traspirabilità. Durante il riposo le funzioni di termoregolazione devono consentire il mantenimento di una temperatura corporea costante, favorendo la dispersione dell’umidità.

La piuma e il piumino sono materiali naturali, dotati di ottimi requisiti funzionali, anche dal punto di vista igienico, poiché sono facilmente lavabili ed igienizzabili.

Come scegliere il miglior guanciale

Una scelta corretta di guanciale e piumone matrimoniale è il requisito indispensabile per prendersi cura del proprio sonno, creando le migliori condizioni per ricaricare l’organismo durante le ore di riposo notturno.

Per dormire bene è necessario che il corpo mantenga una postura corretta, che la termoregolazione non venga alterata da fattori ambientali esterni. A esempio temperature troppo elevate o troppo basse, che la stanza da letto sia silenziosa e buia. Che venga rispettato il bioritmo fisiologico e che la digestione non risulti troppo impegnativa.

Una volta steso sul letto, il corpo sente la necessità di essere sostenuto in maniera fisiologica, mantenendo la giusta postura anatomica della schiena (tramite un materasso adatto) e di collo e testa (mediante un guanciale idoneo).

Per evitare disagi alla regolazione della temperatura corporea è inoltre fondamentale utilizzare un piumone matrimoniale. Meglio se rivestito con copripiumino in tessuto naturale. Questi due prodotti contribuiscono a facilitare i processi di termoregolazione.

Sostenere adeguatamente lo scheletro, assecondando la sua struttura anatomica e mantenendo tutto il corpo in asse, è la condizione più importante per dormire sereni e risvegliarsi riposati e ricaricati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *