fbpx

Lavare il piumone in lavatrice: la capienza adatta

Lavare il piumone in lavatrice: la capienza adatta

Alla fine della stagione fredda, quando il piumone non è più necessario per scaldarsi nel letto, è buona regola lavarlo prima di riporlo per l’anno dopo, per ritrovarlo in ottimo stato. Scopriamo insieme come lavare il piumone in lavatrice.

Infatti anche l’imbottitura ha bisogno di essere pulita dopo il suo impiego. Lo stesso procedimento è richiesto dal copripiumino. A seconda del colore, della fantasia e della taglia (copripiumone per letti da una piazza e mezzo, matrimoniali o letti singoli), deve essere trattato con un adeguato programma di lavaggio.

Come lavare il piumone in lavatrice

Cerchiamo quindi di capire quali sono i passaggi per un corretto lavaggio del piumone in lavatrice.

  1. sbattere vigorosamente il piumone;
  2. piegare la trapunta invernale arrotolandola su sé stessa fino a farle assumere una forma cilindrica, che può venire inserita con facilità all’interno della lavatrice.
  3. introdurre il piumone nel cestello.

Per lavare il piumone in lavatrice è indispensabile conoscere la capienza dell’elettrodomestico. Tenendo conto che, un piumone matrimoniale asciutto ha un peso che, quando è intriso d’acqua, può diventare anche il doppio.

Inoltre esso deve disporre di uno spazio adeguato. Durante il ciclo di lavaggio la miscela di acqua e detersivo deve essere in grado di arrivare a tutte le parti dell’imbottitura, per garantire una detersione ottimale.

Un cestello troppo piccolo rischia di provocare continui sfregamenti con il tessuto di rivestimento, che nel tempo potrebbe deteriorarsi se non addirittura strapparsi.

Leggi anche: come lavare i prodotti in piuma

Lavare il piumone in lavatrice: capienza lavatrice per piumone matrimoniale, per piumone di una piazza e mezzo e per piumone singolo

Per lavare il piumone in lavatrice bisogna avere indicazioni precise sulla portata del cestello.

È risaputo che le piume si inzuppano d’acqua e pertanto il carico ponderale della trapunta invernale può raddoppiarsi; se essa da asciutta pesa di solito intorno ai 2-4 chili, durante il lavaggio può arrivare fino a 8-10 chili.

Quindi è necessario che la lavatrice riesca a supportare un simile carico; di solito si tratta di modelli con portata massima di 9-10 chili. Anche se è preferibile optare per macchine da 12 chili, con la possibilità di utilizzare lavatrici di tipo extra-large la cui portata arriva a 17 chili.

Il piumone matrimoniale, anche se piegato correttamente e avvolto su sé stesso, non può mai essere lavato in un cestello con capienza inferiore ai 9 chili. Questo perché non avrebbe a disposizione lo spazio adatto per consentire al detersivo di intridere tutte le sue parti.

Il piumone una piazza e mezza, che ha dimensioni leggermente più contenute e pesa circa 1500 grammi, può essere introdotto in lavatrici la cui portata arriva agli 8 chili.

Anche in questo caso è consigliabile procedere piegandolo con attenzione. Questo serve a evitare che durante il ciclo di lavaggio si possano creare pieghe o sovrapposizioni di tessuto dove il detersivo non penetra.

Chi desidera lavare un piumone singolo può servirsi di una lavatrice con capacità di carico fino a 6 chili, sempre avendo l’accortezza di non aggiungere altra biancheria nel cestello.

Infatti il presupposto fondamentale per lavare il piumone in lavatrice rimane sempre quello di lavarlo da solo.

Capienza lavatrice per lenzuola e copriletto


Oltre al piumone è necessario lavare anche la biancheria da letto, come lenzuola, federe, copriletto e copripiumone.

Si tratta di articoli che vanno messi in lavatrice molto più spesso. Dato che il loro ricambio dovrebbe essere effettuato almeno una volta alla settimana o più di frequente. Soprattutto in estate quando la produzione di sudore è molto abbondante.

Come regola generale bisogna ricordare che qualsiasi sia il tipo di biancheria da mettere in lavatrice, è necessario non riempire eccessivamente il cestello. E’ importante lasciare spazio sufficiente al flusso d’acqua e detersivo.

Quindi anche per biancheria meno pesante e voluminosa del piumone, è sempre buona regola valutare la capienza della lavatrice per non stiparla troppo.

Il peso di un copriletto è di circa 300-400 grammi, quello di un lenzuolo matrimoniale può arrivare a 500 grammi. Il peso di uno singolo è di 250-300 grammi, e quello di un copripiumino è valutato sui 500-600 grammi.

È molto importante lavare spesso il copripiumone, e le lenzuola, almeno due volte al mese.

Il ciclo indicato per lavare le lenzuola si stabilisce in base al tipo di tessuto e alla sua colorazione, tenendo conto che è sempre meglio non superare i 40-50 gradi, per evitare che le fibre si deteriorino.

La capienza della lavatrice

Non bisogna mai caricare la lavatrice con un peso superiore alla sua portata. Stipando gli indumenti senza criterio, perché essi non verrebbero detersi in modo giusto e l’apparecchio potrebbe subire danni.

In caso di sovraccarico infatti le strutture meccaniche subiscono sollecitazioni particolarmente dannose, che contribuiscono ad aumentare l’usura dell’elettrodomestico.

In base a quanto detto riguardo al piumone. Per il buon esito del lavaggio è consigliabile in generale non inserire una quantità/peso di indumenti pari alla sua portata massima.

Infatti, qualsiasi sia il programma prescelto, è necessario che la biancheria introdotta nel cestello abbia spazio a sufficienza per venire a contatto con il liquido in maniera vantaggiosa.

Una volta caricata la lavatrice tenendo conto della sua capienza è utile scegliere un detersivo adatto per effettuare un ciclo di lavaggio efficace; sono da preferire i prodotti liquidi, possibilmente delicati.

Per ottenere biancheria pulita e profumata è consigliabile impiegare bicarbonato di sodio nel prelavaggio. In questo modo si preparano le fibre dei tessuti al successivo contatto col detergente.

Il risciacquo deve essere abbondante, magari ripetendo due volte il ciclo. Si può aggiungere un ammorbidente naturale, il cui ruolo è anche quello di profumare la biancheria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *