fbpx

Piumone in piuma e guanciale per vivere meglio

piumone in piuma verde

Scegliere il giusto piumone in piuma e un adeguato guanciale, è il modo giusto per prenderci cura del nostro sonno.
Il sonno è una funzione indispensabile per la salute dell’organismo in quanto durante le ore del riposo notturno tutti gli organi ricaricano le proprie energie; ogni individuo trascorre circa un terzo della sua vita dormendo, pertanto è necessario creare le condizioni migliori affinché tale attività si svolga in maniera corretta.
Perché il sonno sia considerato in un’ottica salutare, è molto importante scegliere un guanciale adatto alle singole esigenze e un piumone in piuma naturale che offre le migliori prestazioni naturali.

Qual è il significato del sonno per vivere meglio

Nonostante le molteplici ricerche scientifiche relative allo studio dei meccanismi fisiologici del sonno, attualmente non si è raggiunta una comprensione soddisfacente dei significati funzionali di questo stato.
L’unica certezza che si ha è quella relativa alla privazione del riposo notturno, che può provocare l’insorgenza di disturbi anche molto gravi, fino ad arrivare al decesso.
In base a studi di neurofisiologia, si è scoperto che esistono due tipi di sonno:
– sonno REM (Rapid Eyes Movements) caratterizzato dal veloce movimento dei globi oculari ben visibile sotto alle palpebre, durante cui il soggetto sogna e il tracciato elettroencefalografico mostra una certa attività cerebrale;
– sonno non REM o sonno profondo, durante cui l’individuo mantiene fermi i globi oculari, non presenta attività onirica ed il tracciato elettroencefalografico non mostra alcuna attività cerebrale.
Queste due fasi si alternano ciclicamente più volte durante la notte, con un andamento ritmico.
Nella genesi del sonno sono implicati numerosi ormoni le cui variazioni a livello ematico provocano oscillazioni di tale funzione.
Il numero di ore necessarie per assicurare un corretto riposo notturno è variabile e dipendente dalle esigenze soggettive degli individui, solitamente si considerano necessarie almeno 6 ore di sonno durante la notte.

Quali sono i principali disturbi del sonno che impediscono di dormire bene

Il sonno può essere condizionato da alcuni fattori sia endogeni che esogeni. I principali fattori endogeni sono riconducibili a cause di natura organica o psicologica dell’individuo, poiché dormire è una funzione strettamente collegata alla sfera psicologica ed emotiva.
I fattori esogeni che incidono sulla qualità del sonno sono le condizioni ambientali, le cattive abitudini di vita, le eccessive stimolazioni luminose, o inadeguati supporti collegati al riposo, ad esempio la scelta di un cuscino che non corrisponde alle personali necessità del soggetto può causare difetti posturali a livello delle vertebre cervicali, con interessamento muscolare che può determinare l’insorgenza di dolore al risveglio (torcicollo o emicrania).
In alcuni casi viene consigliato l’utilizzo di un cuscino per cervicale, che è un supporto progettato appositamente per accogliere correttamente il capo ed il collo, mantenendoli in asse con la colonna vertebrale.
I disturbi del sonno possono essere di vario tipo, e precisamente:
– difficoltà di addormentamento
di solito è causata da sindromi ansiose che impediscono al soggetto di rilassarsi e di abbandonare i pensieri stressogeni che lo ossessionano;
– risveglio precoce
questo disturbo è caratteristico delle persone depresse, che riescono ad addormentarsi abbastanza facilmente ma non a dormire per lungo tempo, infatti dopo poche ore si risvegliano bruscamente e oppressi dall’angoscia;
– sonno interrotto
si tratta di un disturbo per cui durante la notte si verificano numerosi risvegli spesso provocati dall’ansia, che impediscono un riposo ristoratore.
Alcune cause organiche che alterano il riposo notturno sono riferibili alle apnee notturne, che consistono in un’interruzione momentanea degli atti respiratori provocati di solito dall’ipertrofia tonsillare. Alcune patologie come la sclerosi multipla o l’epilessia possono interferire con la fisiologia del sonno.
Anche la sindrome delle gambe senza riposo, il sonnambulismo, il bruxismo e l’enuresi notturna sono considerati cause predisponenti all’insonnia.

Piumone in piume a guanciale; come fare per dormire meglio

Per assicurarsi una buona qualità del riposo notturno, è necessario considerare alcuni presupposti che sono:
1- mantenere una corretta postura nella posizione supina appoggiando il corpo su materassi e reti ortopediche, che sostengano le varie parti del corpo in maniera adeguata. A questo proposito, è indispensabile scegliere il guanciale più adatto alle proprie necessità;
2- assicurare le migliori condizioni ambientali alla stanza da letto, che deve essere silenziosa e buia, con una temperatura compresa tra 16 e 18 gradi (temperatura che si ottiene perfettamente con un piumone in piuma), e con un adeguato ricambio d’aria, poiché la mancanza di ossigeno modifica la respirazione, impedendo un riposo ristoratore;
3- mantenere una corretta termoregolazione dell’organismo, in quanto durante il sonno la temperatura corporea subisce variazioni legate all’ambiente. È quindi necessario, soprattutto durante la stagione fredda, servirsi di piumone in piuma che assicuri il giusto riscaldamento pur mantenendosi non troppo pesante.
Attualmente il piumone in piuma viene considerato il supporto più congeniale al riposo notturno, soprattutto per la sua estrema leggerezza che permette al corpo di muoversi agevolmente, senza prendere freddo;
4- rispettare il bioritmo, si tratta dell’alternanza tra fasi di veglia e fasi di sonno, che caratterizza la vita di ogni individuo; sarebbe buona regola rispettare orari il più possibile regolari, coricandosi più o meno alla stessa ora ed alzandosi ad orari costanti, per assecondare le abitudini dell’organismo;
5- curare l’alimentazione, in quanto prima di coricarsi è assolutamente sconsigliato mangiare troppo oppure cibi eccessivamente conditi e difficili da digerire;
6- evitare sforzi fisici e mentali nelle ore precedenti al momento di coricarsi, poiché l’organismo deve arrivare al sonno non troppo stanco nè troppo carico di stress.

Che cos’è la Giornata della salute

Domenica 7 aprile 2019 si celebra la Giornata mondiale della salute, istituita dal 1948 per volere dell’organizzazione mondiale della sanità. Ogni anno viene scelta una tematica specifica allo scopo di promuovere la sensibilizzazione globale su argomenti inerenti la salute pubblica e per lanciare proposte a lungo termine sulle tematiche trattate.
Una delle tematiche trattate inerenti alla salute dell’individuo è quella relativa all’importanza del sonno, in quanto dormire bene fa vivere meglio, dato che migliora le prestazioni funzionali di tutti gli organi ed in modo particolare del cervello, che è il centro nevralgico di tutto l’organismo.
Anche se i ritmi incalzanti della vita moderna spesso portano ad una deprivazione del riposo notturno, tale tendenza può avere conseguenze estremamente negative sulla salute; sarebbe pertanto consigliabile cercare di considerare il sonno in ottica salutare, ponendo particolare attenzione agli accessori come piumone in piuma, guanciale, o, in alcuni casi, cuscini per la cervicale.
Quando il riposo notturno non è adeguato, durante il giorno il fisico ne risente a livello organico, e la mente mostra deficit cognitivi e di concentrazione, che portano molto spesso alla compromissione delle performance in ambito professionale.

Uno scorretto approccio al problema dell’insonnia è quello di fare ricorso a medicinali ipnoinducenti che, anche se apparentemente sembrano risolvere il problema, nel lungo periodo creano dipendenza farmacologica con conseguenze estremamente dannose.
Al contrario, sarebbe utile intervenire migliorando le condizioni ambientali che favoriscono il sonno come la scelta di un piumino adatto alle proprie necessità, e di un guanciale che sia in grado di sorreggere correttamente la porzione cervicale della colonna vertebrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *