fbpx

Piumone matrimoniale in lavatrice: come lavarlo senza errori

Piumone matrimoniale in lavatrice: come lavarlo senza errori

Tutto quello che c’è da sapere sul lavaggio domestico e la cura ordinaria e straordinaria del piumino d’oca e sintetico

In quanti si sono avventurati nel lavaggio del piumone matrimoniale in lavatrice, magari con disastrosi risultati? La biancheria da letto e, in particolare gli imbottiti, specie in piuma d’oca, necessitano di innumerevoli cure e anche il lavaggio domestico non può fare eccezioni.

In questa guida definitiva scoprirete tutti i suggerimenti e le procedure per mantenere a lungo e sempre pulito proprio il piumone da letto, seguendo i consigli di veri artigiani del settore. Stiamo parlando dello staff di Dreamin’101, succursale della più che centenaria Minardi Piume, leader nella realizzazione di imbottiti da letto e in particolare di piumini d’oca. Il riposo che meritate passa si dal tipo di biancheria che sceglierete, ma anche dal modo in cui ve ne prenderete cura.

Il piumone: le qualità e le caratteristiche

Il piumino, sia questo sintetico o naturale, singolo o matrimoniale, ha uno scopo ben preciso: rendere il sonno e la permanenza a letto piacevole, ristoratrice e confortevole. Affinché questo sia possibile è necessario scegliere il modello giusto, il più adatto alle proprie esigenze e che possa anche garantire la massima igienicità e salubrità.

Proprio per questo Dreamin’101 propone unicamente prodotti imbottiti e biancheria da letto di altissima qualità e fattura e con specifiche caratteristiche. Esistono piumini da letto di differente peso, modello, colore, imbottitura, ma per definirsi di qualità dovranno essere: termoregolanti, anallergici, realizzati con materiali naturali e sicuri a contatto sulla pelle anche molto delicata, morbidi al tatto, traspiranti e Made in Italy.

Per poter poi lavare in lavatrice il piumone matrimoniale, è necessario che questo sia davvero ben fatto ed imbottito, così che il lavaggio, seppur delicato, non possa comprometterne la qualità e le performance. Dreamin’101 vi svela cosa valutare per una scelta ottimale del piumino da letto.

L’imbottitura

L’imbottitura è fondamentale nella scelta del piumino matrimoniale o singolo e determina il grado di calore che può conferire. Il migliore è in assoluto quello realizzato con piuma d’oca, o comunque con fiocchi di piumino pregiati e ben distribuiti all’interno della fodera.

Si dovrebbe verificare il cosiddetto Fill Power, cioè il potere di riempimento che indica il volume che può occupare una determinata quantità di piuma. Più alto è questo indice migliore saranno le performance e la qualità stessa dell’imbottitura in termini anche volumetrici e di leggerezza.

Il tessuto esterno

Decisamente importante è scegliere della biancheria da letto realizzata con materiali e filati di qualità e che siano delicati sulla pelle, anche sulla più delicata come quella di anziani e bambini.

Non solo, le fibre tessili devono essere anallergiche e garantire la massima igiene: lenzuola matrimoniali o singole, federe dei cuscini, il copripiumino, il copriletto e anche il rivestimento del piumino è meglio sia in cotone. Esistono comunque altri tessuti ottimi e adatti al contatto con la pelle ed è necessario selezionare sempre quelli morbidi al tatto, delicati e che si possono lavare in profondità.

Il tipo di produzione

Non meno importante è la valutazione delle procedure di produzione: un prodotto artigianale e Made in Italy ha sicuramente un valore altissimo rispetto ai competitor industriali e stranieri. Meglio ancora se la stessa azienda cuce e imbottisce personalmente il piumone matrimoniale, quello singolo, i cuscini, le imbottiture per le culle e altri prodotti da letto o d’arredo.

Dreamin’101 per esempio vi mette a disposizione ben 3 differenti modelli di piumini che si distinguono per livello di comfort e sono tutti realizzati a mano in Romagna e con vere piume d’oca al 100%. Il segreto per un buon sonno è sempre prediligere il piumino e la biancheria da letto che fa per voi e che meglio di altre possa rispondere alla vostra idea di benessere e comfort.

Piumone matrimoniale o singolo in lavatrice

Il piumone matrimoniale o singolo si può lavare in lavatrice? Assolutamente si ma, come detto, è necessario scegliere in primis un piumino di alta qualità e poi effettuare i giusti passaggi. Come primo step è bene prepararlo per il lavaggio e verificare che sull’etichetta il simbolo corrispondente al lavaggio in lavatrice non sia sbarrato. Guardate bene e fate caso ed eventuali consigli sul lavaggio, sui gradi dell’acqua e simili.  

In generale il piumone matrimoniale e singolo, ma anche altri imbottiti da letto, è bene siano lavati a 30 gradi centigradi e sempre con un lavaggio specifico per i delicati. Non esagerate poi con il detersivo, ammorbidente o capsule profumate: meglio pochi prodotti chimici.  

Eventualmente prendete in considerazione l’installazione di uno ionizzatore per lavatrice che vi eviterà l’uso dei detergenti, ma non è certo obbligatorio per lavare i piumini e i tessili. Effettuato il lavaggio in lavatrice ponete orizzontalmente il piumino matrimoniale o singolo, ma pure i cuscini imbottiti o quelli per le culle, su uno stendino meglio se all’aria aperta o in prossimità di una fonte di calore leggera, ma mai a diretto contatto.

L’asciugatura della piuma interna è fondamentale e non deve nemmeno perdere il suo volume, per questo è anche utile sprimacciare o scuotere lo stesso imbottito con delicatezza.

Come mantenere sempre pulito e fresco il piumino da letto

Oltre a lavare in lavatrice o in tintoria il piumone matrimoniale o singolo, ci si deve prendere cura di questo tutti i giorni. Lo scopo è quello di mantenerlo sempre fresco e pulito così che il vostro sonno sia davvero impagabile e ristoratore. Ci sono per l’appunto semplici regole per un letto sempre in ordine e accogliente che potrete mettere in pratica da subito: risultati garantiti. 

In primis arieggiate sempre la stanza appena svegli almeno per 5 minuti. Le lenzuola e il piumone matrimoniale o singolo devono essere ben distesi sul letto, così che possano prendere al giusta quantità di aria fresca.

Se poi volete esser ancora più precisi passate un rotolino acchiappa peli e pelucchi, di quelli con adesivo, sul piumino, sul copripiumino matrimoniale o singolo e sulle lenzuola e federe.

Affinché il piumone matrimoniale si mantenga al meglio durante i mesi caldi, si consiglia di riporlo in una custodia di cotone o tessuto naturale, una sorta di involucro copripiumino matrimoniale per esempio, così che la traspirazione sia garantita.

Per spazzolare per bene il piumone utilizza sempre una spazzola apposita, di quelle ad hoc anche per il velluto e le giacche per intenderci. Insisti con questa soprattutto sulle cuciture e impunture, cioè dove si concentra maggiormente la polvere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *